MENU
Verona Volley

Impresa di WithU Verona: il derby dell’Adige è scaligero, 39 punti per Sapozhkov

09/10/2022

Impresa di WithU Verona: il derby dell’Adige è scaligero, 39 punti per Sapozhkov
WithU Verona mette il turbo e si aggiudica il sentito Derby dell’Adige contro l’Itas Trentino. Un’altra prova di carattere da parte degli uomini di coach Stoytchev, si dimostra già in grande spolvero. Nuovamente protagonista Maksim Sapozhkov, autore di una prestazione da incorniciare, caratterizzata dal numero stellare di 39 punti messi a terra. Secondo successo consecutivo per i gialloblù, che torneranno in campo sabato prossimo al PalaBarton di Perugia contro la squadra di Anastasi.

PRIMO SET
Due le modifiche apportate da coach Stoytchev nel sestetto di partenza rispetto alla formazione scesa in campo a Piacenza, con Mosca al posto di Grozdanov e capitan Raphael preferito a Spirito in cabina di regia. Sapozhkov nel ruolo di opposto, Mozic e Keita in banda, mentre il secondo centrale è Cortesia. Libero Gaggini. Gli ospiti approfittano di un avvio un po’ contratto dei gialloblù, che commettono qualche ingenuità. Con un muro di Podrascanin, Trento allunga di cinque lunghezze (9-4). Verona c’è, riduce il gap grazie a una buona serie al servizio di Mozic, mentre Sapozhkov piazza una diagonale che vale il -2. Gli ospiti mantengono una discreta distanza, ma è ancora il russo a riportare, chiudendo uno scambio combattuto (15-17). Poi ci pensa Mozic dai nove metri a timbrare un grande ace (16-17). Prima un ace di Mosca assegnato dopo il check, poi un primo tempo di Cortesia porta il punteggio in parità (22-22). Kaziyski regala il primo set point ai suoi. Chiude Michieletto con una pipe sul 25 a 23.

SECONDO SET
Al rientro sul terreno di gioco, gli ospiti provano nuovamente a imporre il proprio gioco, ma i gialloblù non ci stanno e con un muro rocambolesco di Mozic vanno sul 5 a 6. Si gioca punto a punto e Keita decide di mettersi in proprio, mettendo a terra il punto diretto dal servizio (9-9). Poi Mozic manda in rete un attacco, rimediando immediatamente con un monster block, seguito da un ace di Sapozhkov, che piega le braccia a Laurenzano (12-12). Verona va avanti con un tocco a lato di Podrascanin (14-13). Il gigante di Voronezh si esalta in battuta, trovando due ace di fila che esaltano i quasi 3500 spettatori del PalaOlimpia. Due muri dei trentini però rimettono la sfida in parità (16-16). Lisinac stoppa Mozic a muro e riporta in vantaggio i suoi (20-19). Verona rimetta la faccia avanti e un muro di Mosca vale il 23-21. Trento pareggia, ma Mozic firma il set ball. Si va ad oltranza. È proprio lo sloveno a porre fine al parziale con un ace che si infila nell’angolo (27-25).

TERZO SET
Il match si mantiene su ottimi ritmi. Un pallonetto di Sapozhkov coglie di sorpresa il libero avversario, timbrando il 3 a 1. I ragazzi di Lorenzetti rispondono presente con un punto diretto dai nove metri di Michieletto. Podrascanin va con un gran primo tempo, ma Cortesia c’è a muro, così come Keita con un mani out. Il martello maliano poi sbaglia un lungolinea e regala un break a Trento (8-10). Michieletto si ripete al servizio, non lasciando scampo a Gaggini e siglando l’allungo sul +3. È ancora Sapozhkov a prendere per mano la squadra, che non demorde. Anche Mozic fa il suo, aizzando la folla, tra cui una folta delegazione slovena giunta per sostenerlo. La carica del pubblico si fa sentire e il russo di 220 centimetri prima firma il pari e poi il sorpasso (17-16). Il confronto è appassionante. Raphael salva una palla impossibile, offrendo a Mozic piazza il 20 a 19. Sapozhkov e Mozic si prendono la scena e Verona ribalta il risultato. È 2 a 1 per i gialloblù!

QUARTO SET
Il match non cala d’intensità nel quarto parziale, con Mozic sugli scudi. Lo sloveno mette in serie difficoltà la difesa ospite, incapace di contenere le sue percussioni. Verona va sul 7-4, riuscendo a consolidare un discreto vantaggio. Michieletto si conferma un cecchino al servizio e con un ace riduce le distanze (10-9), per poi tornare avanti con un altro punto diretto dai nove metri, questa volta di Lisinac (12-13). L’itas tiene a bada la ripresa dei locali, issandosi sul 15-18. Sapozhkov piazza nei tre metri una super spike che rianima Verona. Poi sono un ace di Rapha e un monster-block dell’opposto russo a far alzare i decibel del pubblico (19-18). Gli scaligeri si portano sul +2 grazie a un’indecisione avversaria. Sfida incredibile, Mozic regala il primo match ball della contesa. Nelli ribalta 25 a 24. SI gioca sul filo del rasoio. Prima Keita, poi Sapozhkov a galla i gialloblù, ma Kaziyski mette a terra il punto che porta il match sul 2-2.

QUINTO SET
Gli uomini di Stoytchev mantengono alta l’attenzione e volano sul 3 a 1 con un monster block di Sapozhkov. Il solito Michieletto trascina i trentini con un servizio incisivo (3-3). Verona si esalta. Sapozhkov spara a terra un gran attacco. Lo segue a ruota Cortesia (6-3). Trento va sul pari con un ace di Lavia, per poi effettuare il sorpasso grazie a un diagonale a lato di Sapozhkov (7-8). Al cambio campo Verona si rinsavisce con un muro di pregevole fattura da parte di Mosca (10-10). Replica Mozic poco dopo (12-11). La gara prosegue, poi è Cortesia a chiudere i conti. Il derby dell’Adige parla veronese!

Le dichiarazioni di coach Radostin Stoytchev: “Abbiamo conquistato un risultato straordinario contro un risultato veramente forte. Siamo stati bravi a reggere nei momenti di difficoltà e ad approfittare delle possibilità che sono capitate. Faccio i complimenti ai ragazzi, ma siamo ancora all'inizio, quindi manteniamo un profilo basso, lavorando sodo tutta la settimana. Non abbiamo fatto nulla, ci aspettano tante gare difficili. Il campionato è molto equilibrato, possiamo perdere e vincere con tutti. Rimaniamo con i piedi per terra, guardando dove dobbiamo migliorare".

Tabellino

WithU Verona – Itas Trentino 3-2 (23-25; 27-25; 25-20; 28-30; 17-15)

WithU Verona: Raphael 1, Sapozhkov 39, Keita 8, Mozic 28, Cortesia 8, Grozdanov, Gaggini (L), Perrin 2, Mosca 4, Magalini, Zanotti, Spirito, Bonisoli (L), Jensen. All. Radostin Stoytchev

Itas Trentino: Sbertoli 1, Lavia 20, Michieletto 18, Kaziyski 28, Lisinac 11, Podrascanin 9, Laurenzano (L), Nelli 1, D’Heer, Dzavoronok, Cavuto, Berger, De Palma, Pace (L). All. Angelo Lorenzetti

Arbitri: 1° Armando Simbari di Milano, Massimo Florian di Altivole (TV), 3° Roberto Boris
Addetto Video Check: Cristiano Cristoforetti

Durata Set: 31’; 34’; 28’; 42’; totale: 2h 37’

Attacco: WithU Verona 54%, Itas Trentino 53%
Muri: WithU Verona 16, Itas Trentino 7
Ace: WithU Verona 9, Itas Trentino 8
MVP: Sapozhkov
Spettatori: 3145